Come pulire le grandi superfici vetrate

vetrataAvere grandi vetrate in casa è bellissimo… Finché non viene il momento di pulirle. Lucidare il vetro senza che vi rimangono aloni è molto difficile, e non a caso esistono imprese di pulizia specializzate in questo tipo di operazioni.
Se volete pulire i vetri di casa da soli, allora seguite i trucchi dei nostri esperti.

Per prima cosa, dovete analizzare i vetri per capire quanto, e soprattutto, di cosa sono sporchi.
C’è una gran differenza tra la parte esterna e quella interna del vetro. La prima è più esposta alle intemperie, e sicuramente sarà piena di smog, fuliggine, aloni di pioggia e fango nelle parti più vicine al terreno. Le vetrate all’interno accumulano invece polvere e pelo di animali, senza parlare delle ragnatele che possono annidarsi tra vetri e tendaggi.
Prima di pulire le vostre finestre, guardate fuori e vedete com’è il tempo: se il sole splende, rimandate la pulizia. Il caldo fa asciugare i vetri prima che lo facciate voi, e provoca i fastidiosi aloni che noi vogliamo assolutamente evitare.

Se il vetro è davvero sporco, è meglio iniziare con un prelavaggio: spolverateli con un panno morbido e asciutto per levare la polvere, per poi passare a una spugna ben imbevuta di acqua tiepida. Inumidire la sporcizia vi consentirà di eliminarla facilmente, senza doverla grattare via e rischiare di graffiare il vetro.
Se nemmeno questo basta, unite all’acqua tiepida del detersivo per piatti o dell’ammoniaca profumata.

Procedete poi ad applicare un prodotto specifico per la pulizia vetri, spruzzandolo in maniera uniforme sulla vetrata.
Se vi siete scordati di comprare l’apposito detergente, potete arrangiarvi con quel che avete in cucina, mescolando acqua, aceto bianco e alcool. Versate il liquido ottenuto in uno spruzzino e avrete un ottimo detergente casalingo.
Un piccolo trucco: aggiungete al composto un cucchiaino bicarbonato per ottenere vetri davvero splendenti.

Dopo aver spruzzato il prodotto, e averlo lasciato agire per qualche minuto, è il momento della pulitura vera e propria.
Iniziate a strofinare il vetro con un panno partendo dal centro. Effettuate dei movimenti orizzontali fino ad arrivare alle estremità, che si puliscono meglio lavorando in senso verticale.
Asciugate tutto in fretta, per evitare la formazione degli aloni. Non usate un panno: la carta di giornale funziona molto meglio. Assorbe l’acqua in maniera ottimale, senza lasciare alcun alone. Provare per credere:

Ma le finestre non sono certo le uniche superfici vetrate che avete in casa.
I box doccia in vetro vanno puliti spesso, per questioni di igiene, me le loro superfici smerigliate non sono semplici da trattare. Per questo tipo di vetro utilizzate una spazzola dura, preventivamente immersa in una soluzione di aceto e acqua caldissima. Questa miscela non solo igienizza e pulisce, ma impedisce anche la formazione di calcare. Alternative utili sono l’acqua e limone, o il detergente spray per i forni. Per asciugare, sempre carta da giornale.

Se avete vetrate più grandi di una semplice finestra, è il caso di rivolgersi seriamente a un’impresa di pulizia. Teoricamente potreste riuscirci anche voi, armandovi di scale e aste telescopiche, ma siete sicuri di voler rischiare? Le cadute dalle scale sono tra gli incidenti domestici più comuni. Professionisti del settore otterranno sicuramente risultati migliori dei vostri, e senza alcun rischio per la vostra salute. Queste aziende specializzate si occupano di pulizie uffici, serre, vetrine, finestre di condomini e pulizia grandi vetrate di ogni tipo, utilizzando strumenti specifici e manodopera qualificata.
Il loro intervento si rivela essenziale quando si tratta di pulire edifici dal volto in vetro, grandi uffici e condomini. Le imprese di pulizia si occupano anche della pulizia dei pannelli solari, che vanno regolarmente lustrati per assicurarne sempre la massima trasparenza.
Un pannello solare sporco assorbe meno raggi solari, producendo meno energia elettrica. Un grosso svantaggio per voi e per l’ambiente!